Trasporto pubblico locale

Per Trasporto Pubblico Locale si intende quella modalità di trasporto pubblico che si realizza attraverso i servizi di linea e non di linea offerti da specifici Gestori di Trasporto (singole Aziende o Consorzi) che su scala urbana ed extraurbana, consentono l'esercizio del diritto alla mobilità dei cittadini nell’ambito della rete di trasporto urbana, provinciale e regionale.

Per servizi pubblici di linea si intendono quelli che operano in modo continuativo o periodico, con itinerari, orari, frequenze e tariffe prestabilite, ad accesso generalizzato od indirizzato a specifiche categorie di utenti. Sono tali anche i servizi stradali a chiamata, strutturati su percorrenze di base con itinerari fissi e percorrenze aggiuntive all'itinerario di base, prestabilite ma effettuate, su richiesta, dagli utenti in base alla loro necessità.

Per servizi pubblici non di linea si intendono, invece, quelli che provvedono, con funzione complementare od integrativa rispetto ai servizi di linea, al trasporto collettivo od individuale di persone e sono effettuati a richiesta in modo non continuativo o periodico, su itinerari e secondo orari stabiliti di volta in volta.

La Regione, ai sensi della legge regionale n. 21 del 7 dicembre 2005 persegue la riorganizzazione e lo sviluppo del trasporto collettivo pubblico nell’ambito regionale, al fine di assicurare un coordinato ed integrato sistema idoneo a garantire, anche attraverso un organico sistema di raccordo agli scali aerei e navali di collegamento esterno, un efficace diritto alla mobilità dei cittadini.

Servizi minimi
Ai sensi della citata legge regionale n. 21/2005, la Regione garantisce il diritto alla mobilità attraverso i servizi minimi di trasporto pubblico locale, finanziati con proprie risorse e attraverso l'impiego di particolari modalità di espletamento dei servizi stessi.

Contratti di servizio
Il trasporto pubblico locale automobilistico è erogato dalle aziende che eserciscono il servizio attraverso i contratti tra la Regione e le medesime aziende.

Trasporto pubblico ferroviario
Il servizio per il trasporto pubblico ferroviario di interesse regionale e locale sulla rete a scartamento ordinario è gestito dalla società Trenitalia in forza del contratto di servizio di durata novennale (2017-2025) sottoscritto con l’Assessorato dei Trasporti della Regione.

I servizi di trasporto pubblico locale ferroviario sulla rete a scartamento ridotto di proprietà regionale sono attualmente erogati, per una produzione di poco più di 1.000.000 di km/anno, da ARST S.p.A., società in house della Regione Sardegna, in forza del contratto stipulato in data 20.12.2019.

Continuità territoriale con le isole minori
La Regione Sardegna è competente in materia esclusiva di linee marittime di interesse regionale. In tale ambito garantisce il diritto alla continuità territoriale con le isole minori di San Pietro e La Maddalena.