Vai al contenuto della pagina
SISTEMA INFORMATIVO DEI TRASPORTI DELLA SARDEGNA

Piano Regionale Trasporti

Tra gli strumenti di pianificazione regionale, la legge regionale n. 21/2005 prevede l'approvazione del Piano regionale dei trasporti e delle merci.
Il Piano costituisce lo strumento per lo sviluppo integrato dei trasporti in Sardegna ed è finalizzato alla realizzazione, attraverso la pianificazione di interventi di natura infrastrutturale, gestionale e istituzionale, delle ottimali condizioni di continuità territoriale.
Il Piano risulta funzionale all’individuazione di un sistema dei trasporti che configura la Sardegna come un nodo complesso, appartenente ad una rete di collegamenti sovraregionali atti a soddisfare il fabbisogno di mobilità in ingresso e in uscita dall’Isola.
Attraverso la redazione del Piano, sarà definito un sistema di trasporto tale da consentire il superamento dello svantaggio permanente e naturale derivante dall’insularità propria del territorio regionale, con ricadute positive in termini di accessibilità esterna e, in particolare, da e verso il territorio nazionale ed europeo.
Il Piano, articolato per i comparti terrestre, aereo e marittimo, lacuale e fluviale dell'Isola, configura il quadro delle politiche e delle strategie di intervento pubblico, nel contesto di un sistema integrato delle modalità di trasporto e delle infrastrutture, funzionale alle previsioni di sviluppo economico e di riequilibrio territoriale e alla salvaguardia e miglioramento della qualità dell'ambiente.
In materia di trasporti delle persone e delle merci il Piano assume, per tutti gli atti sub-regionali di programmazione e pianificazione, valore vincolante di atto di indirizzo, ha validità per sei anni ed è aggiornato con cadenza triennale.

Contenuti del Piano.

Il Piano Regionale dei Trasporti costituisce lo strumento di pianificazione fondamentale per una programmazione atta a conseguire un modello complessivo dei trasporti che possa garantire:
- lo sviluppo economico e sociale della Sardegna;
- l’integrazione di tutti i territori della Regione, ivi comprese le aree interne;
- l’accessibilità verso l’Italia, l’Europa ed il resto del mondo;
- la garanzia della sostenibilità.
Il Piano regionale dei trasporti, articolato nei comparti terrestre, aereo e marittimo, lacuale e fluviale, configura il quadro delle politiche e delle strategie di intervento pubblico e dovrà individuare un sistema dei trasporti regionale di tipo integrato, in termini di rete di infrastrutture e di servizi erogati, al fine di garantire:
- la coesione e lo sviluppo sociale
- il contrasto allo spopolamento delle aree interne del territorio regionale
- un rinnovato impulso alla intermodalità tra i diversi sottosistemi di trasporto
- il potenziamento della rete logistica del trasporto delle merci
- l’incentivo all’uso dei servizi di trasporto pubblico collettivo, anche di tipo innovativo
- la riduzione dei costi esterni indotti dal sistema dei trasporti, quali il livello di congestione del traffico, l’inquinamento prodotto ed il grado di incidentalità
- il diritto fondamentale alla mobilità dei cittadini
- il contenimento dei costi proprio della sfera sociale e ambientale.

Procedura di adozione ed approvazione. La Regione Sardegna nel dicembre 2019 ha disposto di procedere all’affidamento del servizio di Redazione del Piano Regionale dei trasporti mediante l’indizione di una procedura di gara aperta. Nel 2020 la gara è stata aggiudicata, è attualmente in corso la redazione del Piano ed è stata attivata la procedura di VAS.
La proposta di Piano sarà adottata dalla Giunta Regionale e successivamente inviata al Consiglio Regionale per l’approvazione definitiva.

Consulta lo speciale "Piano Trasporti"
Piano regionale trasporti
Tra gli strumenti di pianificazione regionale, la legge regionale n. 21/2005 prevede l'approvazione del Piano regionale dei trasporti e delle merci.
Il Piano costituisce lo strumento per lo sviluppo integrato dei trasporti in Sardegna ed è finalizzato alla realizzazione, attraverso la pianificazione di interventi di natura infrastrutturale, gestionale e istituzionale, delle ottimali condizioni di continuità territoriale.
Il Piano risulta funzionale all’individuazione di un sistema dei trasporti che configura la Sardegna come un nodo complesso, appartenente ad una rete di collegamenti sovraregionali atti a soddisfare il fabbisogno di mobilità in ingresso e in uscita dall’Isola.
Attraverso la redazione del Piano, sarà definito un sistema di trasporto tale da consentire il superamento dello svantaggio permanente e naturale derivante dall’insularità propria del territorio regionale, con ricadute positive in termini di accessibilità esterna e, in particolare, da e verso il territorio nazionale ed europeo.
Il Piano, articolato per i comparti terrestre, aereo e marittimo, lacuale e fluviale dell'Isola, configura il quadro delle politiche e delle strategie di intervento pubblico, nel contesto di un sistema integrato delle modalità di trasporto e delle infrastrutture, funzionale alle previsioni di sviluppo economico e di riequilibrio territoriale e alla salvaguardia e miglioramento della qualità dell'ambiente.
In materia di trasporti delle persone e delle merci il Piano assume, per tutti gli atti sub-regionali di programmazione e pianificazione, valore vincolante di atto di indirizzo, ha validità per sei anni ed è aggiornato con cadenza triennale.

Contenuti del Piano.

Il Piano Regionale dei Trasporti costituisce lo strumento di pianificazione fondamentale per una programmazione atta a conseguire un modello complessivo dei trasporti che possa garantire:
- lo sviluppo economico e sociale della Sardegna;
- l’integrazione di tutti i territori della Regione, ivi comprese le aree interne;
- l’accessibilità verso l’Italia, l’Europa ed il resto del mondo;
- la garanzia della sostenibilità.
Il Piano regionale dei trasporti, articolato nei comparti terrestre, aereo e marittimo, lacuale e fluviale, configura il quadro delle politiche e delle strategie di intervento pubblico e dovrà individuare un sistema dei trasporti regionale di tipo integrato, in termini di rete di infrastrutture e di servizi erogati, al fine di garantire:
- la coesione e lo sviluppo sociale
- il contrasto allo spopolamento delle aree interne del territorio regionale
- un rinnovato impulso alla intermodalità tra i diversi sottosistemi di trasporto
- il potenziamento della rete logistica del trasporto delle merci
- l’incentivo all’uso dei servizi di trasporto pubblico collettivo, anche di tipo innovativo
- la riduzione dei costi esterni indotti dal sistema dei trasporti, quali il livello di congestione del traffico, l’inquinamento prodotto ed il grado di incidentalità
- il diritto fondamentale alla mobilità dei cittadini
- il contenimento dei costi proprio della sfera sociale e ambientale.

Procedura di adozione ed approvazione. La Regione Sardegna nel dicembre 2019 ha disposto di procedere all’affidamento del servizio di Redazione del Piano Regionale dei trasporti mediante l’indizione di una procedura di gara aperta. Nel 2020 la gara è stata aggiudicata, è attualmente in corso la redazione del Piano ed è stata attivata la procedura di VAS.
La proposta di Piano sarà adottata dalla Giunta Regionale e successivamente inviata al Consiglio Regionale per l’approvazione definitiva.

Consulta lo speciale "Piano Trasporti"
  • Repubblica Italiana
  • Unione Europea
  • La Sardegna cresce con Europa
Creative Commons License 2021 Regione Autonoma della Sardegna