Vai al contenuto della pagina
SISTEMA INFORMATIVO DEI TRASPORTI DELLA SARDEGNA

Servizi per il trasporto pubblico ferroviario di interesse regionale e locale sulla rete a scartamento ordinario e ridotto.

CONTRATTO DI SERVIZIO REGIONE-TRENITALIA 2017-2025
Il 23 agosto 2017 è stato firmato tra Regione e Trenitalia il contratto di servizio per il trasporto pubblico ferroviario di interesse regionale e locale per il periodo 1/01/2017 – 31/12/2025.
Il contratto è frutto di una trattativa durata oltre un anno che, tra l’altro, ha consentito di prevedere importanti investimenti per un totale di 123,4 milioni di euro (114 sostenuti da Trenitalia in autofinanziamento e 9,4 dalla Regione). Di questi, 87,7 milioni sono destinati all’acquisto di 18 nuovi treni diesel, 10 del tipo ‘Swing’, che saranno consegnati da dicembre 2018 e nel 2019, e 8 treni, di nuova concezione e di maggiore capacità, che saranno consegnati nel 2020 e nel 2021. Si aggiungono anche due ‘Minuetti’ Alstom che da oggi fanno parte della flotta sarda. Ulteriori investimenti sono destinati all’adeguamento degli impianti di manutenzione di Cagliari e di Sassari, dei sistemi tecnologici ed informatici ed alla manutenzione straordinaria degli altri rotabili.

La produzione chilometrica costante sarà di 3.750.000 km/anno. Trenitalia si impegna a porre le condizioni per far crescere i ricavi derivati dal traffico mediamente dello 0,2 per cento all’anno, sia contrastando l’evasione sia aumentando il numero di viaggiatori. Le tariffe potranno essere aumentate solo a seguito dell’immissione in servizio dei nuovi treni. È stato disposto anche il potenziamento dei self service e dei punti vendita abilitati a fronte di una diminuzione delle biglietterie.

Il nuovo contratto prevede specifici meccanismi di controllo sulla qualità del servizio e sull’andamento dei costi. Riguardo al primo punto, la Regione impone standard misurabili e crescenti negli anni: tra questi, affidabilità (soppressioni e puntualità), funzionamento dei dispositivi di bordo, comfort, accesso al treno da parte delle persone a ridotta mobilità, informazione sul treno e a terra, pulizia esterna e interna del materiale rotabile, disponibilità della rete di vendita, rispetto delle composizioni programmate, rapporti con i viaggiatori (reclami e indennizzi), trasmissione di dati e report alla Regione per il monitoraggio e la gestione amministrativa del contratto, tempi di consegna dei nuovi treni e monitoraggio dell’uso dei convogli di proprietà regionale, efficacia (incremento dei viaggiatori trasportati) ed efficienza (produttività per addetto). Sono state, quindi, introdotte le penali anche per la pulizia e il comfort del treno e per la comunicazione a bordo e a terra. Gli indici di puntualità e di soppressione e le relative penali saranno calcolati mensilmente e non più annualmente. Tutto ciò richiede l’attivazione di un sistema strutturato di monitoraggio e di ispezioni e la piena applicazione delle norme a tutela dei viaggiatori.

Per conoscere nel dettaglio i contenuti del Contratto:
Contratto e allegati

PROCEDURA DI AFFIDAMENTO IN HOUSE ALLA SOCIETA' ARST S.p.A.
L’Assessorato dei Trasporti della Regione Autonoma della Sardegna ha avviato, con la pubblicazione sulla GUUE dell’avviso di pre-informazione in data 09.12.2019, il procedimento di affidamento in house alla società ARST S.p.A, interamente partecipata dalla Regione, dei servizi di trasporto pubblico locale ferroviario sulla rete di proprietà regionale.

Conformemente a quanto previsto dall’attuale scenario regolatorio in materia di affidamenti, è indetta la consultazione pubblica sullo “Schema di Piano di accesso al dato” (Allegato A all’Avviso di consultazione pubblica) finalizzata a definire le modalità di accesso da parte di terzi ai dati elementari utilizzati per la determinazione degli indicatori e dei livelli minimi di qualità del servizio di trasporto ferroviario sulla rete di proprietà della Regione Sardegna.
Lo scopo finale della consultazione è quello di raccogliere, entro il termine del 15 settembre 2020, le osservazioni e le proposte, da parte dei soggetti interessati, sul documento in consultazione, per la costruzione di un Piano di accesso al dato in grado di “favorire lo sviluppo dei servizi di mobilità e forme diffuse di controllo delle modalità di erogazione dei servizi di trasporto ferroviario passeggeri, dell’utilizzo efficiente delle risorse pubbliche a compensazione degli obblighi di servizio pubblico e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico”.

I soggetti interessati potranno trasmette le loro osservazioni all’indirizzo trasporti@pec.regione.sardegna.it, esplicitando quali delle informazioni minime a disposizione siano di loro particolare interesse e per quali fini, se vi siano aspetti della qualità del servizio che possono essere meglio rappresentati integrando gli indicatori/informazioni previste nel documento con ulteriori o più specifici indicatori di monitoraggio, se vi siano, ancora, suggerimenti sul formato dei dati, sulle modalità e sulla frequenza di rilevazione e pubblicazione del dato.

Su richiesta dei portatori di interesse, sarà possibile illustrare le considerazioni/proposte, già trasmesse formalmente alla PEC soprariportata, in apposita audizione pubblica all’occorrenza convocata ed organizzata con modalità compatibili con l’emergenza sanitaria ancora in corso.

Documenti allegati
Avviso di consultazione pubblica
ALLEGATO A – Schema di PAD
Allegato 1 al PAD
Allegato 2 al PAD



  • Repubblica Italiana
  • Unione Europea
  • La Sardegna cresce con Europa
Creative Commons License 2021 Regione Autonoma della Sardegna